MODERN BRUTALITEE SHIRTS

MODERN BRUTALITEE SHIRTS

20 novembre 2013

Fijodor Benzo





Born in Imperia, Italy in 1979, he has been doing graffiti and drawings for over 15 years.  
He studied Fine Arts in Cuneo (Italy) and Valencia (Spain); he has lived in Turin since 2004.
For years he tried to use tags like all writers, but in the end he settled for his own first name. 
A child with a strong creative streak, he started off building monsters with LEGO and drawing on his bedroom walls.
In recent years his creations have varied a lot, from installations to themed murals, but also performances and graffiti, which he has been doing since 1994.
He creates works the subjects of which are usually elementary forms that carry direct and ironically responsible messages; based on a simple interpretative key in order to communicate with the observer. 
Very often, his works are accompanied by a social and environmental critique using a childish smile of amazement as a weapon, rather than technical research.

Member of the cultural association Il Cerchio e Le Gocce, with whom he has produced many large murals, the most important of which is “Culture Colours Your Life” 2010, painted on the imposing windowless facade of the Palazzo Nuovo building at Turin University.
Amongst some of his other works are: the external decoration of the Toroc Centre, organizing body of the Winter Olympics 2006; the International Offices of Turin Polytechnic; the Toy Museum in Bra (CN); Moncaglieri Railway Station on behalf of RFI and the interior of the Turin Tobacco factory Yesmoke Tobacco.

For several years he has collaborated with the artist Opiemme, creating many installations for Festivals: 
_the Notte Bianca Festival in Rome, in 2007 (with 30.000 small roles of paper with poetry on them);
_the Parma Poesia Festival (2006,2007,2008); 
_Musicultura Festival in Macerata; 
_Traffic Free Festival at Spazio Festival in Turin. 
Out of this collaboration , between 2007 and 2010, came some  significant works of environmental interest, like ‘the enormous cigarette abandoned on the beach’, an ironic protest against those who litter ( Don’t leave cigarettes on the beach) and the giant packet of cigarettes, containing exhaust pipes, called Traffic Kills’
He has also taken part in two editions (2008 and 2009) of the Ligurian music festival “Balla coi Cinghiali” (Dances with Boars).

The last interventions that I have made are ​​in the former prison of Tirano which is a major redevelopment project coordinated by Square23 galleries and Studio D'Ars. 
On the outer walls of XS-live  within the project LUCE (Live Urban Culture Experience) and MAAM (Museo Metropoliz) in Rome. 
This space is where I created the site-specific works recreating the imaginary environments.

"I love playing with hand drawn illustrations. i realize works that are self explanatory with elementary shapes that convey direct messages with irony,which creates a relationship with the audience".

www.mrfijodor.it





Nato a Imperia nel 1979, da oltre 15 anni realizza graffiti e disegni
Ha studiato Belle Arti a Cuneo (Italia) e Valencia (Spagna); dal 2004 vive a Torino.
Ha provato per anni ad avere una tag come tutti i writers, ma alla fine si è accontentato del suo nome di battesimo.
Bambino dalla spiccata vena creativa, ha cominciato realizzando mostri con i mattoncini LEGO e disegnando sui muri della propria cameretta.
Negli ultimi anni la sua produzione è stata molto varia, passando dalle installazioni ai murales tematici, ma anche performance e graffiti, di cui si occupa dal 94.
Realizza opere il cui soggetto sono di solito forme elementari che veicolano messaggi diretti e ironicamente responsabili; alla base una chiave di lettura semplice, per poter sempre dialogare con il fruitore. 
Molto spesso, i suoi lavori sono contrassegnati da una critica sociale o ecologica, usando come arma un sorriso infantilmente stupito, più che la ricerca tecnica.

Membro dell’associazione culturale Il Cerchio e Le Gocce, con la quale ha realizzato diversi grandi murales, tra cui il più importante è l’opera “Culture colors your life” (2010), dipinta sulla facciata cieca di Palazzo Nuovo, l’Università degli Studi di Torino.
Tra suoi interventi artistici, si annoverano anche la decorazione esterna della sede del Toroc, ente organizzatore delle Olimpiadi Invernali 2006; gli Uffici internazionali del Politecnico di Torino; il Museo del Giocattolo di Bra (CN); la Stazione ferroviaria di Moncalieri per RFI e l’interno dello stabilimento torinese della Yesmoke Tabacco.

Per diversi anni ha collaborato con l’artista Opiemme, realizzando diverse installazioni per numerosi festival: 
_la Notte Bianca di Roma nel 2007 (con 30.000 Rotolini Di Poesia);
_il Parma Poesia (2006, 2007, 2008); 
_il Musicultura Festival di Macerata; 
_il Traffic Free Festival allo Spaziale Festival di Torino. 
Da questa collaborazione, fra il 2007 e il 2010, sono nate anche alcune opere di interessante rilievo ecologico, come l’enorme sigaretta abbandonata sulla spiaggia, ironica denuncia della disattenzione verso i piccoli rifiuti (Don’t leave cigarettes but on the beach), e il pacchetto di sigarette gigante, contenente marmitte, intitolato Traffic Kills.
Ha poi partecipato a due edizioni (2008 e 2009) del festival musicale ligure “Balla con i Cinghiali.

Gli ultimi interventi che ho realizzato sono nell’ex-carcere di Tirano (un importante progetto di riqualificazione coordinato dalle gallerie Square23 e Studio D’Ars), sui muri esterni del XS-live di Roma all'interno del progetto LUCE: Live Urban Culture Experience e al MAAM (Museo dell'Altro e dell'Altrove di Metropoliz_città meticcia) di Roma,  dove ho realizzato delle opere site-specific ricreando degli ambienti immaginari negli spazi che mi hanno ospitato.

"Mi piace giocare con illustrazioni schizzate e gestuali.  Realizzo opere con forme elementari che veicolano messaggi diretti e ironici; alla base una chiave di lettura semplice, per poter sempre dialogare con il fruitore".